Webuild completa a San Donato il nuovo centro direzionale Eni

Il presidente e l’Ad di Eni, Giuseppe Zafarana e Claudio Descalzi, accompagnati dall’Ad di Webuild, Pietro Salini hanno effettuato oggi, alla presenza del sindaco e del vice sindaco di San Donato Milanese, Francesco Squeri e Carlo Barone, la visita in anteprima del nuovo Centro Direzionale Eni, realizzato da Webuild. Alla visita hanno preso parte l’Ad di DeA Capital Real Estate, Emanuele Caniggia, gestore del fondo proprietario dell’immobile, e dal managing partner and group chairman di Gwm, Roberto Tamburrini, investitore del fondo. Il nuovo Centro Direzionale è tra gli edifici green più innovativi al mondo e con una superficie di 65.000 mq è in grado di ospitare fino a 4.600 persone. Sorge a San Donato Milanese, area sud-est di Milano sui terreni di Metanopoli, storico presidio di Eni. Il centro è stato realizzato con tecniche ingegneristiche all’avanguardia, dove funzionalità ed estetica si fondono andando oltre i canoni tradizionali dell’edilizia civile consegnando alla città un edificio dalle caratteristiche innovative. Numerose le soluzioni adottate da Webuild per accrescere la sostenibilità dell’opera. Il complesso è in linea con i requisiti Leed Gold, la certificazione più importante al mondo per la valutazione delle caratteristiche “green” degli edifici: rivestimenti interni e pitture a bassissima emissione inquinante garantiscono la qualità dell’aria indoor; le facciate sono state realizzate con un vetro speciale a ridotta emissione termica interna; un sistema fotovoltaico esteso a tutte le coperture. Sviluppato su tre torri collegate tra loro, il complesso progettato dallo studio internazionale di architettura Morphosis presenta un ampio basamento di marmo bianco, sul quale si estendono i circa 12.000 mq della grande piazza interna e le aree a verde. Delle tre torri, l’Icon Tower è la più alta, 11 piani ospita anche il ristorante aziendale al piano terra; la Landmark Tower è la torre più grande, con una superficie di 23.700 mq distribuiti su 9 piani; la Skygarden Tower è l’edificio centrale e ospita alla sua base un salone conferenze. Le tre torri sono collegate da ponti che rappresentano elementi estetici distintivi, oltre che funzionali: le torri Landmark e Icon sono collegate tra loro da un ponte con luce di 85 metri, che diventano 68 metri per il collegamento tra la Icon e la Skygarden. Nel complesso, la struttura, si eleva verso l’alto con forme architettoniche sinuose. Caratteristiche sono le facciate, che si estendono nel complesso per 40.000 mq, il cui disegno è ispirato alla Terra, visibile grazie all’effetto ottico adottato per i rivestimenti esterni in lamiera metallica microforata ed elettro-colorata.
(ITALPRESS).
-foto ufficio stampa Webuild-

Condividi questo articolo

Facebook
X
LinkedIn
WhatsApp
Threads
Telegram

Leggi anche

Top Italia

La Turchia di Montella batte 3-1 la Georgia, brilla Guler

DORTMUND (GERMANIA) (ITALPRESS) – Emozioni a raffica al Signal Iduna Park di Dortmund dove la Turchia inaugura il girone F degli Europei battendo per 3-1 …

Leggi di più →
Top Italia

A Turku Jacobs vince in 9″92, pure Ali sotto i 10″

ROMA (ITALPRESS) – Continua a volare l’Italia dell’atletica leggera. Torna a brillare Marcell Jacobs, seguito a ruota da Chituru Ali, per la prima volta sotto …

Leggi di più →
Top Italia

Schlein “Premierato e Autonomia spaccano il Paese, insieme li fermeremo”

ROMA (ITALPRESS) – “Oggi al Senato è passato il premierato. La sedicente patriota continua a portare avanti la sua riforma spacca-Italia, perchè stanno forzando anche …

Leggi di più →
Top Italia

Premierato, Meloni “Ok Senato primo passo per rafforzare democrazia”

ROMA (ITALPRESS) – “La riforma sul Premierato passa in Senato. Un primo passo in avanti per rafforzare la democrazia, dare stabilità alle nostre Istituzioni, mettere …

Leggi di più →
Scroll to Top